Con questo post vi ricorderò diversi temi già presentati nei mesi precedenti: un locale, i mercatini vintage, le lampade minimal, i giovani designer italiani e i “re-ciclo”.
Il locale è il “Lanificio 159” http://www.lanificio159.com/ spazio polifunzionale in via di Pietralata 159, nato  in un contesto post-industriale (in una ex lavanderia della fabbrica) con una piacevole terrazza per un aperitivo sul fiume Aniene (ebbene si!esiste un altro fiume oltre al Tevere…); il mercatino è “Happy Sunday Market” ormai un must delle domeniche romane per gli appassionati di vintage e design (ma non solo…). Ed è qui che ho notato le realizzazioni della giovane designer Arianna Vivenzio, colpito sopratutto da un’oliera (il re-ciclo…) trasformata in una lampada a sospensione, un’idea semplice, accessorio ideale in alcuni contesti rurali: penso una casa di campagna, magari un trullo pugliese o più realisticamente in un angolo cottura dei nostri appartamenti romani.

 Sul sito troverete altre sue realizzazioni, merita una segnalazione anche “Elastico” una mensolalibreria realizzata in materiale elastico…appunto, qui nella versione anche con postazione iPod e casse.

Si passa dall’elastico all’ulivo, con questo tavolo, in legno d’ulivo e inserti vintage, forse non pratico per un pic-nic, ma davvero piacevole: complimenti!
 

..

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.